In salita ho mantenuto una potenza media di 300W, però in pianura mi riesce difficile mantenere lo stesso wattaggio, perchè ?

Cambia la fatica percepita, in pianura, a parità di Watt espressi, c’è minor inerzia da vincere e quindi è più difficile (oltre che tecnico) mantenere stessi valori di watt che in salita. In salita prevale un picco di coppia a cui corrisponde un valore di forza più elevato anche con cadenze inferiori rispetto alla pianura.

In pianura la coppia espressa è più costante nella fase di spinta effettiva, ci sono minori picchi e spesso è privilegiata la cadenza e quindi un’ottima coordinazione neuromuscolare per raggiungere wattaggi più alti.

Questo, per esempio è uno dei motivi per cui atleti impegnati nell’inseguimento in pista (abituati a wattaggi costanti e continui per parecchi minuti e sopra FTP) oltre a essere dei probabili ottimi cronomen, possono diventare, con un calo poderale, anche buoni scalatori….viceversa il percorso è più complicato.

FONTE: Roberto Massa forum bdc