Cinque modi per iniziare con la dieta Paleo

Ti stai già preparando per la nuova stagione per arrivare pronto ai primi appuntamenti?

Insieme con la pianificazione degli allenamenti ci sono altre aree in cui devi concentrarti per migliorare le tue prestazioni, tra cui la cura del regime alimentare. Troppo spesso nel mondo dello sport di resistenza si sta attenti alle calorie ingerite, indipendentemente dalla fonte, per poi magari, tentare diete dell’ultimo minuto con conseguenze spesso disastrose il giorno della gara.

Sei pronto per un nuovo protocollo nutrizionale? La dieta Paleo è, giù le mani, la raccomandazione migliore che posso fare. Nell 1995, anno in cui ho iniziato il mio nuovo stile di vita, quando parlavo di Paleo, pensavano che stessi facendo dei studi sui dinosauri. Da allora la popolarità di questo approccio alimentare è cresciuto molto in popolarità, tant’è che oggi ne parlano i media e ci sono innumerevoli blog, libri di cucina che la reclamizzano.

La chiave per la dieta Paleo, nelle parole del Dr. Loren Cordain, PhD, autore di The Paleo Diet (Wiley & Sons 2002) è quella di imitare semplicemente la dieta dei nostri antenati, con alimenti che possiamo facilmente trovare dal nostro contadino, nei nostri mercati.
In altre parole, se si tratta di cibo prodotto a livello locale e di stagione, o se si tratta di selvaggina, o di carne allevate naturalmente, pesce, pollame ruspante, allora lo possiamo mangiare. Se non è … beh, non dovremmo.

La premessa di questo approccio è altrettanto semplice: la ricerca ha dimostrato un’elevata correlazione tra il consumo di alimenti comuni nella dieta tipica di oggi e di un’alta incidenza di molte malattie più o meno gravi. Quando alimenti quali cereali, latticini, carboidrati raffinati e zuccheri, sali e additivi comprendono la maggior parte della propria dieta, si verificano diverse conseguenze negative per la salute, a partire da una condizione chiamata permeabilità intestinale e l’infiammazione di tutto il corpo.

Mentre alcuni potrebbero vedere la Paleo come un regime restrittivo o estremo, trovo che sia tutto il contrario. Se consideriamo tutti i prodotti freschi che possiamo mangiare, la vasta gamma di scelte di proteine, tutti cibi che ci danno un pieno di energia, bhe … questo è veramente vincente !

Se sei nuovo alla filosofia Paleo e vuoi alcune nozioni di base su come iniziare, qui ci sono cinque passi da seguire per prendere la giusta dirazione; e perché non partire ora, quando la stagione è appena agli inizi? Ricordate, invece di recriminare per ciò che non puoi mangiare (cereali, latticini, legumi), concentrati su ciò che sei!

1. Aggiungere le verdure

Aggiungere più verdure e poi … aggiungere più verdure. Negli ultimi due decenni di lavoro con i miei pazienti, ho scoperto che quasi nessuno ne mangia abbastanza. Ogni pasto, a parte quello che mangiamo mentre ci alleniamo, dovrebbe comprendere una bella porzione solida di verdure fresche di stagione; più variate è meglio è! Poiché le verdure hanno da 7 a 11 volte la quantità di fibra dei cereali !

2. Aggiungere grasso buono

Troppi sono ancora ancorati alla mentalità di diete che affermano di dover tralasciare i cibi con alto contenuto di grassi o, peggio ancora, senza grassi. Mangiamo invece avocado, olio di oliva, olio di cocco, pesci selvatici e grassi, come il salmone selvatico o merluzzo nero, che forniscono al nostro corpo una solida dose di tutti gli acidi grassi di cui abbiamo bisogno, e che aiutano a farci sentire sazi ad ogni pasto e mantenere elevati i livelli di energia per tutto il giorno.

3. Condimento

Potresti pensare che sia sia triste mangiare carne senza affogarla su una buona salsa. Inizia a condire i tuoi piatti con erbe fresche o essicate a km 0, piuttosto che ‘mascherarle’ con salse, in questo modo potrai gustare il sapore effettivo delle carni o pesce in sé, scoprirai le infinite varietà di gusti e sapori dei tuoi cibi!

4. Mangiare più spesso e mangiare in Balance

Ci sono alcuni sostenitori all’interno della Paleo-sfera che suggeriscono di ‘mangiare grassi illimitati’ o ‘le calorie non contano’; nessuno dei quali sono effettivamente accurate. tuttavia, se mangi in equilibrio e ti assicuri che ogni pasto contenga una buona porzione di carboidrati complessi provenienti principalmente da verdure, proteine ​​provenienti da pesci selvatici, carne di alimali nutriti ad erba, pollo e tacchino ruspante al pascolo, e una buona dose di grasso, sarai più sazio, avrai un livello di zucchero nel sangue più equilibrato, ed energia costante per tutto il giorno, e alle 15:00 non dovrai far fronte ad un calo di zuccheri nel sangue!

5. Non credere nella pubblicità

Non credo che noi atleti dobbiamo mangiare carbo da pasta e riso per prepararsi all’allenamento/gara, o nutrirsi esclusivamente con raffinati prodotti per la nutrizione sportiva a base di zucchero durante i nostri allenamenti. Seguendo una vera giornata a regime Paleo giorno dopo giorno, alleniamo il nostro corpo ad abituarsi a un metabolismo brucia grassi rispetto a carboidrati. Quando avremo messo a punto la nostra dieta Paleo il nostro fisico e le nostre prestazioni a livello agonistico miglioreranno.

Ho iniziato ad attuare i principi della dieta Paleo nel 2005, e da atleta di medio gruppo sono passata ad essere una Ironman competitiva. Fu in quel periodo che ho letto La dieta Paleo per Athletes by Dr. Loren Cordain e Joe Friel, MS. Ha cambiato tutta la mia vita come atleta e mi ha aiutato a qualificarmi per la Kona Ironman sette volte finora.

FONTE: Nell Stephenson, personal trainer, consulente nutrizionale. via blog TrainingPeaks

Tags: