Concentrarsi sul pedalare “rotondo” comporta un maggior dispendio energetico


“Pedala rotondo” ci dicono da sempre … secondo alcune ricerche (LINK) però, mantenere il focus sul gesto di pedalata si paga in termini di un maggior dispendio energetico.

Con l’obiettivo di analizzare gli effetti che può avere il mantenere la concentrazione sulle caratteristiche specifiche delle azioni nel ciclismo di resistenza sui costi energetici metabolici, l’Institute of Sport and Exercise Sciences, dell’Università di Monaco ha effettuato la seguente ricerca.

Venticinque ciclisti allenati sono stati sottoposti a 4 ripetute di 6 minuti ad intensità submassimale su una bicicletta dotata di ergometro. Per ciascuna delle quattro prove, i ciclisti sono stati istruiti a porre l’attenzione su diversi focus: (1) pedalata circolare, (2) la produzione di forza dei muscoli quad (quadricipide), (3) posizione della testa, (4) video ciclismo. L’ordine delle condizioni è stato controbilanciato. La misura principale che gli scienziati hanno valutato è stata l’economia del movimento (cioè, consumo di ossigeno in un dato carico di lavoro).

I risultati hanno mostrano che una particolare attenzione per l’azione di pedalata circolare porta ad una ridotta economia rispetto ad un focus sul video (p = 0,001). Concentrandosi sulla pedalata regolare e circolare comprende un monitoraggio continuo delle azioni di ciclismo, che potrebbe disturbare la natura ritmica di esecuzione del movimento, portando quindi ad svantaggi all’economia del movimento stesso.

Focusing attention on circular pedaling reduces movement economy in cycling via sciencedirect