Ho provato a fare questo allenamento salendo il Passo Giau, mantenere la VAM a 1300m/h. Sotto nelle tabelle i dati che ho raccolto. A parte la difficoltà dovuta a una mia fisiologica cilindrata limitata, altro problema è stato che il valore visualizzato sul garmin 500, fa una stima sugli ultimi 30s, è piuttosto ballerino.
Ritengo interessante questo tipo di allenamento basato sulla velocità verticale a condizione che:
1) Le salite hanno una pendenza piuttosto costante, cioè non richiedono grandi variazione di ritmo
2) Verificata la condizione precedente, è bene affiancare alla velocità verticale, la velocità di ascesa, specie nel momento in cui ci accorgiamo che il valore della VAM visualizzato sul display fa le bizze.

 

distanza [km] quota [m] pend % tempo Vm [km/h] VAM [m/h] FC [bpm]
1,8 1565 iniz 
1731 fin
+165 disl
9,2 07:32 14,2 1322 157 avg
161 max

 

distanza [km] quota [m] pend % tempo Vm [km/h] VAM [m/h] FC [bpm]
2,1 1807 iniz
2006 fin
+197 disl
9,4 08:59 14,1 1329 156 avg
163 max
Distanza [km] quota [m] pend % tempo Vm [km/h] VAM [m/h] FC [bpm]
1,1 2067 iniz
2177 fin
+110 disl
10,0 05:18 13,0 1245 156 avg
158 max
distanza [km] quota [m] pend % tempo Vm [km/h] VAM [m/h] FC [bpm]
3,8 1807 iniz
2176 fin
+370 disl
10,0 17:19 13,2 1282 155 avg
163 max

giau 180811