Garmin Edge 510.

E’ un’idea che mi sta ballenando nella testa, specie dopo che il compagno di tante avventure … Garmin Edge 500, sembra non rispondere a qualchessia procedura di ripristino (LINK). E poi, chi mi conosce, sa che senza GPS proprio non ci so stare. Insomma, parafrasando la nota pubblicità del Breil … Toglietemi tutto, ma non il mio Garmin … specie con le attività al suo interno ancora da scaricare.

Ma, sarebbe un buon acquisto ? Cerchiamo di vedere i pro e i contro, a cominciare da un parametro mai trascurabile, il prezzo.

1. Prezzo

Attualmente possiedo il Garmin Edge 500 Neutral (senza fascia e sensori), che su amazon.it lo trovi a 164euro. Il nuovo modello Garmin Edge 510 a 245euro. Quindi un suplus del 30% che preso come parametro unico di giudizio, farebbe pendere l’ago della mia personale bilancia dalla parte del decano Garmin Edge 500.

2. Dimensioni

Le dimensioni del Garmin Edge 510 sono visivamente cresciute, 8.6 x 2.3 x 5.1 cm, contro 6.9 x 2.3 x 4.8 cm. Ciò nonostante non è “invasivo”, visto che lo si tiene comodamento sul palmo di una mano, e poi, il display più spazioso aumenta la leggibilità. Ma a parte le dimensioni, la vera novità del più giovane Garmin Edge 510, è lo schermo touchscreen.

Personalmente ho usato il “touch” del fratello maggiore del 510, il Garmin Edge 810 (gentilmente concesso in combinazione con i pedali Vector, leggete la recensione). Vi dico subito di non pensare di avere sottomano il vostro palmare, lo schermo è decisamente più “spartano”, i colori ci sono ma comunque da la sensazione di monocromaticità. Inoltre, la navigazione “touch”, almeno all’inizio può sembrare scomoda, ma non preoccupatevi, una volta fatto la mano non vi creerà più nessun problema, ed anzi, sono convinto che vi piacerà.

Il Garmin Edge 510 è “cresciuto” e così anche il peso è aumentato, 82g contro 59g. Un surplus di 23g, tollerabili anche dai grammomaniaci più incalliti.

Come l’Edge 500, anche il 510 è dichiarato resistente a cadute, urti, bagni in acqua o fango. Entrambi certificati IPX7, sono garantiti contro gli effetti dell’immersione temporanea, ovvero per 30 minuti alla profondità di 1 metro. Quindi, mi raccomando, perfetto per pioggia e schizzi, ma evitate bagnato ed eccesivi acquazzoni. Può operare nell’arco di temperature comprese tra –20 °C e +55 °C.

3. Display

display garmin

Come già annunciato, l’Edge 510 è dotato di un display a colori sensibile al tocco, con risoluzione di 176 x 220 pixel.

Cosa rara sui Garmin (ad esempio l’810 non ce l’ha), è la presenza del blocca tasti, utile ad esempio quando lo teniamo in tasca durante le escursioni per evitare che qualche bottone (fisico o virtuale) venga inavvertitamente premuto.

4. Dotazione

La dotazione è davvero ampia e ricalca per lo più quella già offerta dal Garmin Edge 500, con la novità della staffa manubrio frontale. Vediamola:

  • Una staffa manubrio frontale, con chiave a brugola.
  • Due staffe manubrio standard (per seconda e terza bici), con fascette di ricambio.
  • Un sensore cadenza Garmin GSC 10.
  • Una fascia cardio soft premium.
  • Il caricabatterie (che include gli adattatori per prese italiane e inglesi).
  • Un laccetto di sicurezza.
  • Un (corto) cavo USB/mini-USB.
  • Un manualetto (scarno) di avvio rapido.

4.1 Staffa manubrio

Come annunciato, oltre alle staffe manubrio standard, in dotazione c’è anche una staffa manubrio frontale (diametro compreso tra 26 e 32 mm) per averlo sempre in vista, compatibile con tutti gli Edge Garmin (inclusi i “vecchi” Edge 500 e Edge 800), e anche con i Forerunner 310XT e 910XT per il triathlon (ma occorre usare un kit venduto separatamente). staffastaffa+garmin

4.2 Fascia cardio Garmin soft premium

Non cè nulla da aggiungere, è la stessa fascia cardio Garmin soft premium, fornita con il Garmin Edge 500.

garmin_fascia_cardio

4.3 Sensore di cadenza Garmin

  • Un sensore da posizione sul tubo inferiore della forcella posteriore (sul lato opposto della trasmissione).
  • Un magnete da posizionare sulla pedivella.
  • Un magnete da posizionare sui raggi della ruota posteriore per l’allenamento indoor sui rulli.

Nessuna novità quindi; anche qua piena compatibilità tra i due Edge.

sensore garmin

5. Livetrack

Vi dico subito che questa funzione è presente con il Garmin Edge 510 ma non con il Garmin Edge 500. E’ indispensabile averla ? No, con un smartphone (iPhone e Android) collegato a internet, con installata l’app Garmin Connect, gratuita per iPhone (vedi su App Store) e Android (vedi su Google Play), fate la stessa cosa.

In cosa consiste la funzione Livetrack ? Traduco dalla pagina ufficiale di Garmin dedicata (LINK): Consente ai tuoi amici di seguire le gare e i tuoi allenamenti in tempo reale. Con l’applicazione Garmin Connect Mobile puoi inviare tramite e-mail o social media un invito a seguire le tue attività in tempo reale da una pagina dedicata di Garmin Connect. Una volta ricevuto il tuo invito e-mail, basterà un clic per seguire e vedere la tua posizione sulla mappa, ma anche le tue medie (velocità, cadenza, potenza).

Conclusioni

Tornando alla domanda iniziale; Sarebbe un buon acquisto ? Rispondo facendo copia in colla da questo articolo.

ll Garmin Edge 510 ci è piaciuto molto. È moderno, potente, configurabile e preciso. Si padroneggia rapidamente e l’interfaccia è intuitiva. Nella sua confezione troviamo l’equivalente di circa 150€ di accessori, tra cui diverse staffe per il manubrio (di cui una di nuova concezione), fascia cardio, sensore di cadenza, altimetro barometrico e sensore di temperatura.

Naturalmente non è privo di difetti, ma si tratta perlopiù di peccati veniali, come il touchscreen non perfetto. L’unica mancanza che si sente davvero è quella della cartografia. Chi non ne può fare a meno deve rivolgersi al “fratello maggiore”, l’Edge 810 (vedi su Amazon), che costa circa 150€ in più. L’Edge 810 integra una “world map” ed è predisposto per la navigazione con mappe stradali e topografiche da caricare a parte. Per il resto, Edge 510 e 810 sono del tutto analoghi, con due sole differenze curiose: l’Edge 810 non supporta GLONASS ed ha una durata della batteria leggermente inferiore (17 ore dichiarate).

Per chi vuole risparmiare, segnaliamo che è possibile trovare ancora il “vecchio” Edge 500 (vedi su Amazon). Condivide molti aspetti con l’Edge 510 e costa circa 80€ in meno. Quali sono i suoi difetti?
Un display più piccolo, una durata della batteria leggermente inferiore (18 ore dichiarate) e l’assenza di waypoint, LiveTrack e GLONASS.

Analogamente, possiamo trovare ancora il “vecchio” Edge 800 (vedi su Amazon). Secondo noi è particolarmente interessante perché con 50€ in più possiamo portarci a casa un dispositivo cartografico completo di alloggiamento per scheda microSD. Quali sono i suoi difetti? Un display più piccolo, una durata della batteria inferiore (15 ore dichiarate) e l’assenza di LiveTrack e GLONASS.

Ma ora torniamo all’Edge 510 e vediamo che cosa ci ha convinto e cosa non ci è piaciuto.

Che cosa ci piace

  • Dotazione ricchissima.
  • Si padroneggia rapidamente e l’interfaccia, almeno per le funzionalità di base, è intuitiva (più di altri Garmin che abbiamo provato in passato).
  • È preciso.
  • È robusto e impermeabile (certificato IPX7).
  • È molto personalizzabile.
  • È dotato di blocca tasti (sembra incredibile, ma è uno dei pochi Garmin con questa funzionalità).
  • Supporta sia GPS sia GLONASS (quindi è veloce ad acquisire il fix).
  • È dotato di altimetro barometrico.
  • Ha una batteria dall’ottima durata.
  • È perfettamente compatibile con OS X.
  • Il sensore di cadenza ha un magnete per i raggi per l’allenamento indoor sui rulli.
  • Include un sensore di temperatura che mostra e registra la temperatura durante l’attività.
  • Supporta l’“autopause” e l’“autolap”.
  • È possibile seguire tracce registrate in passato o scaricate da Internet.

Che cosa non ci piace

  • Ha una memoria interna limitata e non dispone di alloggiamento per schede SD, pertanto è virtualmente impossibile installarvi sopra della cartografia utilizzabile nella pratica.
  • Il touchscreen è molto rudimentale rispetto a quello a cui ci hanno abituato i moderni smartphone e tablet.
  • Non ha la bussola elettronica.
  • Bisogna ricordarsi di non lasciare il dispositivo esposto direttamente ai raggi del sole durante le pause altrimenti mostra (e registra) valori di temperatura decisamente sbagliati.
  • Trovare come usare alcune funzioni avanzate non è sempre semplice (e il manualetto incluso non aiuta).
  • Non è certo regalato (ma il costo è giustificato dalla ricchissima dotazione).
  • I file GPX generati sono molto grandi.
  • Il manuale è troppo essenziale (ma questa è una caratteristica di Garmin).

Per saperne di più:
http://sites.garmin.com/edge/?lang=it&country=IT
http://www.bdc-forum.it/showthread.php?t=156729
https://buy.garmin.com/shop/compare.do?cID=160&compareProduct=112885&compareProduct=36728
http://www.mtb-forum.it/community/forum/showthread.php?p=6821396
http://www.youtube.com/watch?v=U3vHmgmz_cg
https://it-it.facebook.com/GarminEdge510
http://www.youtube.com/watch?v=IlNvBiRloGI

Tags: