Che tipo di ciclista Strava sei?

Strava a volte divide gli appassionati di ciclismo come lo sono io. La maggior parte delle persone lo amano, alcuni lo odiano. Alcuni sono dipendenti. Strava è come il grasso corporeo. Essenziale in piccole dosi, ma inefficace se in eccesso.

Strava è uno strumento paragonabile ad un martello. “Un martello?” Si avete capito bene. E’ utile quando è nelle mani di qualcuno che sa quello che sta facendo e che è pienamente consapevole dello strumento che ha a disposizione altrimenti, altrimenti potresti distruggere qualcosa. Se sei a caccia di segmenti ogni giorno il tuo corpo potrebbe stancarsi … distruggersi. Avete presente l’overtraining ?

<<Overreaching, come raggiungerlo.

Padroneggiare la tecnologia e non essere il suo schiavo. Questo è il mio moto. Usa Strava per trovare nuove rotte, tener traccia dei giri e monitorare il tuo allenamento. Non ti dico di dimenticarti delle classifiche e dei KOMS, ma usalo consapevolmente. Si insomma, un po’ come il fumo e l’alcool, fuma, ma poco, bevi, ma poco. E’ così crudele l’arrivo sulla casella di posta della temuta e-mail Uh Oh. Hai perso il tuo KOM. Ti prego Strava, toglilo !

Sei uno schiavo di Strava ? Un cacciatore di KOM ? Un Strava collezionista ? Ti riconosci in una delle tipologie di ciclista Strava qui sotto?

 

Strava schiavo

this is strava

Modelli i tuoi giri come un robocop. Controlla avidamente le previsioni del tempo. La maggior parte dei ciclisti vedono una previsione di vento forte e sospirano. Tu no. E’ il giorno ideale per quel KOM tanto inseguito e il vento amico ti darà una mano. Il Strava schiavo,cavalca il suo cavallo d’acciao nel bel mezzo della notte, se il vento ulula per il verso giusto.

<<Strava wars

Tu non sei un cacciatore di segmenti. Hai una dozzina di linee regolari e non ti discosti dalle tue strade per nuovi segmenti. Quello è il tuo campo da battaglia. Che la guerra inizi !

 

Strava cacciatore di KOMs

segment strava

A differenza dello Strava schiavo, sei più che felice di andare fuori dal tuo territorio di caccia, nuove prede (KOM) ti aspettano. Diavolo, ieri hai trascorso tre ore per cucire su misura un percorso ottimizzato per i segmenti che stai inseguendo. Sei un uomo a cui piace la pioggia. Potresti recitare a memoria i nomi dei segmenti, con i tempi ed i nomi dei tuoi nemici virtuali.
Hai memorizzato i segnali stradali e i lampioni che significano l’inizio e la fine del segmento. Il tuo mondo è una matrice di segmenti. Devi essere il (numero) uno. Quando ti muovi per le strada, vedi linee rosse ed i tempi dei leader di tutti quelli di fronte a te.

strava art
Le mappe dei tuoi giri postati, appaiono come il disegno di un bambino di un anno di età, tutti scarabocchi e giri illogici. Per te il riposo è un segmento in discesa. Sai solo  pompare fuori giri ad alta intensità. Ogni giorno.

 

Strava collezionista di trofei

strava Trofei

A te motivano i trofei virtuali. I km e i giri che fai sono adattati alle sfide virtuali su Strava. Potresti scalare 20.000 mt in pausa pranzo se questo significa uno nuovo trofeo in bacheca. Esci anche se sei stanco, non ne hai voglia, non ti godi i tuoi giri, costretto a rincorrere quel nuovo traguardo. Questa, tu la chiami motivazione.
Ignori le lamentele di tua moglie per la bacheca reale che hai amorevolmente messo insieme nel capannone, una vera e propria replica di un santuario, ma virtuale.

Rapha Strava

Per voi un nuovo distintivo è tutto, non importa se cicli 3 ore al giorno sotto l’acqua per un mese. La possibilità di indossare quella Rapha-divisa è per te tutto.

 

Strava Mr foglio di calcolo

Mah, Strava. Memorizzavi i tuoi giri su un diario di carta. Ancora prima che il carbonio venisse utilizzato sulle bici, ancora prima dell’avvento di Internet e di Strava, tu tracciavi già i tuoi tempi.
Nonostante l’avvento di Strava, poco è cambiato, si la precisione dei numeri forse. Carichi le tue corse religiosamente e studi gli stessi numeri di prima, ma in formato digitale. L’unica classifica che ti interessa sono i tuoi risultati. Strava è semplicemente il tuo diario online delle corse, il metro elettronico rispetto al quale misurare i propri progressi.

 

Strava segret

Ah, Strava? Sì, lo uso per registrare le mie corse. Classifiche? No, non mi interessano. Palle! Il fatto è che sei uno Strava tossicodipendente, ma nessuno dovrà mai saperlo. Verò?
Sei imbarazzato. La maggior parte delle tue corse sono private, fino a che non conquisti un record sul campo. Sei un virtuoso dei record. Quando gli altri commentano il giro e replichi: non mi sono nemmeno allenato, menti !

 

Strava detective

Tutte le tue corse sono private, visibili solo a te. Perché dovresti dare ai tuoi rivali l’accesso ai dati che darebbe loro un vantaggio competitivo? È per questo che usi Strava, per seguire i tuoi rivali, per vedere quanto duramente si stanno allenando. Hanno il treno il giorno di Natale? Ha, uno a zero per te. Tu il giorno di natale hai fatto 3 ore a -3 sotto zero.
Non conosci la taglia della biancheria intima che indossa la tua ragazza, ma conosci le zone di frequenza cardiaca dei tuoi dieci avversari. Scuoti la testa e sorridi quando vedi le migliaia di km che macinano i rivali e piangi quando raggiungono il top delle classifiche.
Devo fare più km, salire più metri e andare più veloce di tutti. Ogni giorno. Purtroppo tutto questo tempo su Strava significa che hai trascurato il tuo trainig e magari anche la tua fidanzata.

 

Strava social

Sei alla ricerca di amicizie virtuali, porti con te il ciclocomputer ovunque. Sei following di tutti, a tal punto che hai accumulato 1.500 seguaci, esattamente lo stesso numero di persone che stai seguendo. Ti aggrada ricevere complimenti dai tuoi amici virtuali. Non sei comunque il solo. A tutti piacciono i complimenti.E’ insito nel genere umano. Uno dei paradossi della motivazione è che non c’è auto-realizzazione senza lode da parte dei tuoi coetanei. E questo è così dannattamente bello.

 

Strava odio

Dati Strava mappati

Sì, lo usi solo per odiare te stesso, perchè Strava sta distruggendo lo sport che ami. A te non piace che una gita in bicicletta in gruppo diventati filo-Strava.
Tu pedali per goderti il vento tra i capelli e non badi ai numeri. Oh no, tu non sei una macchina.
Dove è la storia d’amore in tutto questo? Ma sì, sono lì, ammetti a malincuore, lo guardo anch’io Strava di tanto in tanto, forse. Se solo avessi preso quella ruota eh?

Corri con il tuo ritmo e fai i tuoi giri senza influenze alcune. La corsa non è importante fino a quando, arrivi a casa e condividi il tuo giro con il mondo.
Hai percorso 15 mila km quest’anno. E li ho fatti per la voglia di dirlo a qualcuno, anzi, a chiunque.
La verità, è che i tuoi amici virtuali hanno bloccato i tuoi messaggi molto tempo fa. Peccato, non sapranno mai che grazie hai social vai al lavoro in bici, 5+5=10km in più al giorno.

 

Strava doping

strava doping

I tuoi giri alla Lance Armstrong sono tra i più contrassegnati di Strava. Tu sei il re di qualsiasi montagna lo desideri. Eri te l’altro giorno dietro quella macchina con la tua ragazza alla guida ? Nah, mio amico, ti devi essere confuso.

<< Strava doping

Sì, abbiamo noleggiato un autobus a due piani la scorsa settimana, e allora? Abbiamo fatto un po’ di turismo sulle Alpi. Quei KOMs? Coincidenza. EPO digitale? Non ne ho mai sentito parlare.
Perché devi barare? Veramente perché? Questa è una domanda che solo tu dovresti rispondere, perché io non ne ho idea.

 

Strava affronto

Cos’è Strava? Seriamente. Ho appena comprato una bici. GPS? Grande Insalata di patate? KOM? Re del Mostacin? Segmento? Come nel cioccolato arancione di Terry, giusto? Ora, se vuoi scusarmi continuo il mio giro.

 

E tu?

Mi piace Strava per (quasi) tutto quanto sopra. Dove mi inserisco?
Quando esco il “cruscotto” lo guardo poco, si va bhe, magari nelle ripetute per mantenere una certa potenza/frequenza. Non sono un macinatore di km, ho altri obiettivi. Quali ? Vedi te, il mio blog si chiama preferisco vincere.
Mi piace guardarmi indietro a vedere vecchie attività. Mamma mia quanto andavo in quel periodo !.
Non importa come si usa Strava, tutto ciò che ci incoraggia ad uscire non può che essere una buona cosa.

E tu, ami Strava? Lo eviti? Lo odi?

Fammi sapere.

via The human cycling

Tags: